VACCINARSI, QUANTI CAMBIAMENTI

Ieri abbiamo portato 2016 a fare una vaccinazione. Arriviamo e troviamo un sacco di mamme e bambini ed un cartello “Le vaccinazione devono essere prenotato al nr XXXXXXX”.

“Amore, hai prenotato?”

“Prenotato cosa?”

“La vaccinazione”

“E da quando bisogna prenotarla”

“dal 27.12.2017”

“…….”

Vado allo sportello ed una gentile infermiera, visto che eravamo frequentatori dell’ambulatorio di vecchia data (avendo 3 figlie), non ha fatto problemi, ma avremmo dovuto aspettare. Nessun problema.

LE COSE CAMBIANO

Nell’attesa ci siamo guardati attorno e ci siamo accorti di come siano cambiate le cose negli ultimi 7 anni. Non parlo dei vaccini, ne della campagna informativa, ma della risposta della popolazione. Con 2010 e 2013 si arrivava all’ambulatorio, c’erano al massimo un paio di mamme (a volte nessuno), e nel giro di qualche decina di minuti si aveva finito.

QUANDO LE COSE DIVENTANO OBBLIGATORIE

Da quando i vaccini sono obbligatori (non entro in merito alla questione) il numero di bambini vaccinati si è moltiplicato, e l’ambulatorio è andato un po’ in crisi.

Parlando con altre mamme ci siamo accorti, che anche negli ultimi mesi le cose sono cambiate ulteriormente con l’introduzioni di altri vaccini (facoltativi). Noi ci siamo sempre affidati ai consigli della nostra pediatra ed alla nostra coscienza (fatta per il 30% di informazione, 30% di logica, 30% di cuore ed il restante 10% di non so che cosa). Aspettando il nostro turno abbiamo scambiato qualche parola con le altre persone presenti in ambulatorio.

“io ho fatto questo, ma é facoltativo e me ne sto pentendo” dice una mamma,

“come mai, il bimbo è stato male” chiede il mio amore,

“no però sono tre dosi” risponde la mamma,

“noi stiamo facendo la terza dose di questo” dice il mio amore,

“ah si lo fate?” chiede la mamma,

“la figlia di una mia amica è morta di questa malattia, quindi….sì lo facciamo” spiega il mio amore,

“…..” risponde la mamma.

Le cose sono cambiate e come spesso succede si passa da un estremo all’altro, senza capire perchè e senza capire cosa è giusto. Come sempre ognuno ha la sua verità e ritengo che sia giusto così. La verità assoluta non credo possa esistere, tanto meno quando le informazione che uno ha a disposizione non sono sufficienti per avere un reale quadro della situazione.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

5 Risposte

  1. Emilia Amodio ha detto:

    Ancora scusa lo sfogo. Che sia chiaro sono favorevole ai vaccini ma ad oggi si dovrebbe mettere in campo screening individuali e fregarsene se si perdono o meno soldi. I bimbi sono il futuro del.mondo e no possiamo renderlo malati solo per negligenza. Gli strumenti li abbiamo perché non usarlo?

    • Lorenzo ha detto:

      Non devi scusarti dello sfogo, anzi posso solo immaginare la tua rabbia. Non so (anzi penso di saperlo), perché non vengono usati tutti gli strumenti conosciuti per tutelare i nostri figli. Sarebbe la cosa più logica. Ma le cose logiche spesso ….. non si fanno.
      Un carissimo saluto
      Lorenzo

  2. Emilia Amodio ha detto:

    Le cose cambiano è vero. A mia figlia ho fatto tutti i vaccini che erano obbligatori. Non le è andata tanto bene con il secondo dosaggio di un vaccino e il terzo di i altro. Abbiamo fatto esposto denunce ed è stata valutata come bambina affetta da vere reazioni avverse… poi ti informi un po DI più proprio nello specifico per comprendere cosa c è nel corpo di tua figlia che ha provocato questo shock agli antigeni dei vaccini e allora poi ti imbestialisci perché scopri cose assurde e ti chiedi perché non abbiano informato la popolazione che si’ i bimbi devono essere vaccinati ma seguendo uno screening approfondito per evitare eventuali reazioni che possono loro far male… perché non impongono anche un controllo proprio specifico sul bimbo prima di vaccinarsi. Mia figlia ha rischiato tanto è ha rischiato con il secondo vaccino una encefalite grave..ora ha mal di testa continui e crisi forti in alcuni periodi veramente brutti… e sappiamo noi cosa passiamo sappiamo noi come dobbiamo affrontarli ecc… sappiamo noi che pena vederla in quel modo. Pensa che le hanno dato 8/10 come punteggio sulla prima reazione diquanto aggravisulla sua vita e 7/10 sulla seconda reazione avversa. Si sta dando valore ai test dei vaccini sui bimbiinvece di preoccuparsiDI tutelarli. E poi che fanno? Vogliono sapere il follow up dell andamento della bimba e basta perché mia figlia per loro è un altro numero da inserire nel loro database…
    Si ai vaccini intelligenti e si alla vera informazione! Ogni bimbo è diverso non si può andare a occhio chiuso si devono anche prenderein considerazione l anamnesi dei bimbi e poi valutare e dire quali vaccini siano veramente innocui per la chimica del bimbo e quali invece non fare. Ma sarebbe un lavoro troppo esorbitante e poco lucroso e quindi…
    Scusa lo sfogo ma io sono una Mamma delle tanta che purtroppo hanno avuto problemi più gravi di mia figlia..per via di questa negligenza
    tutelare il proprio bimbo è la cosa primaria di ogni genitore.
    Ora si deve dare MPRV ma ho già comunicato a chi di dovere che mia figlia carta alle mani non può rischiare e che aspetterò fino ai sei anni pregando che le prendano nel frattempo perché a quel vaccino potente mia figlia potrebbe anche perdersi. E se sono arrivata a scegliere che prenda la malattia e rischiare piuttosto che con il vaccino MPRV vuol direche di informazioni profonde ne ho dovute fare..la loro risposta? Certo signora sua figlia hagià avutodue reazioni per vaccini che a confronto sonomeno invasivi. La capisco. Non posso esonerarla ma non glielo faccia”…lavata DI mano… bravissimi… e così il rischio è sempre nostro!

    • Lorenzo ha detto:

      Cara Emilia,
      ho letto e riletto più volte la tua testimonianza e ho difficoltà a trovare le giuste parole da scrivere. Mi limito a ringraziarti della testimonianza, che possa essere di aiuto a chi vuole informarsi con più attenzione sui vaccini. Il problema dell’informazione è noto. E’ sempre troppo influenzata dall’opinione di chi la fa, e poi la pratica di “lavarsene le mani” è antichissima e con il tempo si è sfortunatamente affinata. Un abbraccio a te ed alla tua piccola.
      Lorenzo

      • Emilia Amodio ha detto:

        Grazie Lorenzo. Si ci vorrebbe vera informazione e più tutela ciò non vuol dire andare contro le vaccinazioni molto utili a proteggere da malattie serie i nostri piccoli ma tutelare il bimbo per il suo benesssere è anche saper dire la verità di cosa contengono i vaccini e che molti bimbi possono essere allegici a quel pur minimo quantitativo o che possono risentirne con shock al livello nervoso e intellettuali per altri motivi. prebdiamo la formaldeide con la quale si ammazza in tempo più brevi il virus… beh e’ micidiale e tossico per il nostro organismo… pensa a un bimbo cge da quando ha tre mesi fino ai dodici o sedici ha l obbligo di vaccinarsi…potrebbe anche sviluppare inevitabilmente malattie… purtroppo si potevano e possono fare vaccini singoli sarebbero più puliti e più sicuri ma non renderebbero a livello economico visto che il processo in laboratorio è più dettagliato e per ogni vaccino si ricaverebbe solo una piccola percentuale economica in base a ciò che si è speso… e cosi si preferiscono i trivalenti addirittura gli esavalento e cosi via.. meglio bombardare il sistema immunitario ancora in via di sviluppo di un bimbo con tre quattro o sei virus alla volta e rischiare per questa bomba atomica nel corpo piuttosto che non creare problemi e guadagnare di meno.. Purtroppo la forza del dio denaro è superiore alla preservazione alla Vita…
        Ho scoperto inoltre che solo i n Italia ci sono 500000 mila famiglie in attesa di risarcimento dal ministero riconosciute come persobe lese da reazioni gravi a determinati vaccini..ma per il ministero è meglio insabbiare e porgere l attenzione pubblica sui falsi allarmi di epidemia… sconvolgente. Noi come genitori abbiamo il diritto di essere informati con vera informazione per tutelare la salute dei nostri figli.
        È vero è un tasto che mi fa molto male e penso ai genitori che ancor a oggi i figli sono stati devastati… ci vorrebbe una sommossa civile una ribellione del popolo per far cessare tutte queste infamita’…. questo anno siamo noi come Italia a essere sottoposti al vaccino di massa per sperimentazione…ma andiamo a vedere nei paesi a noi precedenti questo esperimento a cosa ha portato… specialmente in Africa e nel Congo…dove hanno fatto da vere cavie …ma tanto sono del terzo.mondo cosa ci importa? È il senso umano a pian piano estinguersi…. e inevitabilmente ci distruggeremo con le nostre stesse mani… bimbi più malati farmaci più venduti malattie più aggressive…e allora mi ricollego alle parole di un filosofo di cui non ricordo al momento il nome ” Le malattie quella che ci dava la natura duravano poco e non avevano gravi complicazioni poi arrivò l uomo con i suoi esperimenti e ci scopriamo essere tutti malati e affetti di malattie che non rientrano.nella genetica della natura..e il bello e’ che si prolungano piuttosto che accorciarsi pur avendo i mezzi per debellare…”
        Un caro saluto
        Emy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi