UN SOLE INASPETTATO ED UNA GRADITA NOVITA’

Questa domenica non avevamo organizzato nessuna gita. Il meteo prevedeva pioggia e temporali. Invece, domenica mattina ci sveglia un caldo sole. Il mattino andiamo a fare la spesa e visto che il sole (che non doveva esserci) non era ancora sparito dietro qualche nuvolone, decidiamo di andare a fare una passeggiata nel bosco. Optiamo un per un percorso circolare tra rovine di castelli, che non avevamo mai fatto, perchè non è possibile percorrerlo con il passeggino. E visto che è da otto anni che abbiamo sempre un passeggino, non avevamo mai avuto l’occasione per avventurarci in questo sentiero tematico.

UNA GRADITA NOVITA’

Questa volta il passeggino non lo abbiamo portato, un pò perchè mi sono rotto di spingere su per i monti il passeggino, un pò perchè il passeggino dopo 8 anni di sentieri e 3 bambine inizia giustamente a dare dei segni di cedimento, ed un pò perchè 2016 si è rotta del passeggino. Tutte queste “rotture” hanno portato all’acquisto di uno zaino porta bambino. E questa domenica c’è stata l’inaugurazione dello zaino ed il test con 2016. Diciamo che per me ed anche per 2016 è stata una gradita novità. A me è piaciuto subito, all’inizio mi sembrava pesante sulle spalle, ma poi ci ho fatto l’abitudine, e poi 2016 non è un peso massimo. A 2016 dopo un periodo di “ma dove cavolo sono” devo dire che ha gradito moltissimo il nuovo punto di vista. Non capisco perchè non ne ho comprato uno prima. Alla fine del post vi indico i pregi ed i difetti dello zaino porta bambini.

GITA BAGNATA GITA FORTUNATA

Continuiamo con il racconto della gita. L’assenza del passeggino ha spiazzato un pò tutti. I tempi ed i ritmi erano diversi. In salita io andavo spedito come un treno (con il passeggino, tra sassi e radici, si va molto molto piano). Inoltre non c’era più un posto dove scaricare tutto quello che raccoglievano le bimbe. I sassi se li tenevano i tasca, così come i fiori, le pigne, e quant’altro trovavano lungo il percorso. La nostra famiglia per ora ha due velocità, quella di 2010 molto elevata e quella di 2013 molto bassa. 2016 era sulle mie spalle quindi per ora non detta velocità. Quindi in montagna di solito formiamo un serpentone che inizia con 2010 e termina 20-30 m dopo con 2013. In mezzo io ed il mio amore. Io che freno 2010, ed il mio amore che sprona 2013.

ASCOLTARE IL BOSCO

Ad un certo punto abbiamo provato ad ascoltare il bosco e “RRROOOANNN”. Un bel tuono ci avvisava che finalmente il temporale previsto dalle previsioni del tempo stava arrivando (con un pò di ritardo ma stavano arrivando). Per fortuna la risalita era finita quindi il percorso era tutto in discesa (e la gravità aiuta molto 2013 ad aumentare la sua velocità di percorrenza). Terminato il sentiero e raggiunta la forestale ha iniziato a piovere. All’inizio si riuscivano a schivare le goccie (che se ti prendevano ti lavavano), poi gli alberi ci hanno un pò riparati, e poi antipioggia e di corsa fino alla macchina.

2013 ha detto “che bella giornata”. La cosa più bella che un papà può ascoltare.

2010 aveva già esordito con “che figata” una volta arrivati alle rovine (accessibili) di un vecchio castello.

Quindi un sole inaspettato ha portato una gita ben riuscita.

ZAINO PORTA BAMBINO

Ah la gradita novità, lo zaino porta bambino. Ecco pregi e difetti:

Pregi

  • comodo
  • ben accettato da 2010
  • capiente (oltre a 2010 anche la merenda per tutti)

Difetti

  • il peso è ben bilanciato, ma in ogni caso si sente
  • se il bimbo si addormenta il peso si sente i più
  • considerate che avete almeno 12 kg sulle spalle da portare in salita ed in discesa

Consigli

  • scarpe robuste da montagna
  • bastoni da trekking per migliorare la stabilità specie in discesa
  • prestare attenzione

 

 

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

8 Risposte

  1. Emilia Amodio ha detto:

    Bellissima giornata.Legiornate migliori sono quelle decise all ultimo momento senza previa organizzazione. È come avventurarsi verso l ignoto e nel bene e nel male visto che non ci sono aspettative alte si gode appieno ogni momento e la si vive con leggerezza (anche se ti becca un botto d acqua) perché fa “tutto esperienza e avventura”. A noi anche piace molto camminare e inoltrarci nei boschi a scrutare le varie meraviglie. E poi la fantasia di Maika ci fa tornare tutti bimbi e ci ritroviamo a scovare ogni piccolo dettaglio con l entusiasmo di un bimbo. Ovviamente con Maika non ti fermi un attimo neanche per mangiare perché mangiamo sempre in movimento 😁… e la sua energia ci contagia a tal punto che non si sente alcuna stanchezza.. tranne poi quando arrivo a casa e sento in un botto ogni piccolo muscolo del corpo dolorante e solo allora realizzi che non ti sei fermata a riposare neanche un secondo per mezza giornata…e ti chiedi se sia stata davvero un’avventura o ti abbia preso in pieno un treno mentreMaika ancora energica è tutta eccitata e felice e ti racconta per filo e per segno ogni cosa cheha fatto che ha imparato che ha trovato.. e crolla solo all una di notte con il sorriso sulle labbra e i piedi come al solito in movimento anche quando dorme😂
    Non vedo l ora di tornare a fare le passeggiata nei boschi. Ci manca proprio…

  2. Noi abbiamo sempre usato la fascia prima e il mai tai dopo, poi con il Francese ho deciso di prendermi anche un tipo di zaino morbido comodissimo che uso tuttora (tipo Ergobaby), ma devo dire che crescendo sta diventando sempre più insofferente, preferisce stare seduto sulle spalle che appeso dietro la schiena, ma ovviamente non sempre si può fare. Il passeggino l’ho sempre cercato di pensionare il prima possibile, soprattutto in gite come la tua.

    • Lorenzo ha detto:

      Ciao!
      Le mie bimbe il marsupio non lo hanno mai sopportato. Io ne avevo uno della Manduca che funzionava anche come zaino. Ma 2010 e 2013 si sono sempre ribellate. Invece con questo zaino 2016 pare contenta (almeno non si lamenta). In questo modo non devo sempre guardare se il sentiero è percorribile con il passeggino.
      Un saluto
      Lorenzo

  3. Priscilla ha detto:

    Che bella gita che avete fatto! Non vedo l’ora di andare anche io a camminare un po’ in montagna con la famiglia, che ci stiamo impigrendo davvero troppo! I miei bimbi poi non sono dei gran camminatori, ma devo dire che la colpa è più nostra che loro. Devo assolutamente rimediare

    • Lorenzo ha detto:

      Ciao!
      Io cerco sempre di tarare il percorso sulle mie bimbe. Piú il percorso é avventuroso e meno sono pigre :-).
      Un saluto
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi