ESSERE SOLI PER ASCOLTARE O PER NON ASCOLTARE

In questi giorni le mie donne sono andate a trovare degli zii e quindi sono solo. Passare da 5 ad 1 è una grande differenza. E’ inutile dire che la casa è particolarmente vuota senza loro. Però, sto facendo un sacco di cose che di solito non faccio o faccio limitatamente alle esigenze familiari.

ESSERE SOLI

Intanto lo stereo sta scaricando watt riproducendo del buon vecchio grunge, che se ascoltato al livelli di sottofondo non ha molto senso, mentre a livelli di concerto da molto gusto. Ho completamente smontato la moto e sto piano piano sistemando piccole magagne dovute all’età. Poter rimanere in garage senza l’orologio in mano e senza qualche bimba che tocca tutto è molto piacevole. Il garage l’ho sempre considerato la mia stanza, da ragazzino ci passavo pomeriggi interi a montare, smontare, brigare, etc.

ESSERE SOLI

Essere soli però ha anche il suo prezzo, infatti il mio amore mi ha lasciato una lista di cose da fare che comprende: imbiancare la parete del salotto vicino alla tavola (perchè se è vero che esiste l’autosvezzamento, non è vero che le pareti si autopuliscono), pulire sotto la cucina (chissa cosa troverò la sotto), pulire i balconi e pulire dietro l’asciugatrice. Quindi non mi sto annoiando.

ESSERE SOLI

Ma quando si è soli, ti accorgi sia di quanto parlano le tue bimbe sia di quanto sia bello ascoltarle quando alla sera ti telefonano per raccontarti quello che hanno fatto durante la giornata.

Una cosa che mi sono accorto però, che quando si è soli si ha molto tempo per ascoltare i pensieri. E la mia testa è molto pensante. Troppo pensante. Sicuramente non è una mente silenziosa. Può esserci tutto il silenzio che vuoi, ma se la tua mente non è silenziosa, è inutile che ti lamenti della confusione.

ASCOLTARE E NON ASCOLTARE

In questi giorni diciamo che sto ascoltando molta musica, cerco di non ascoltare i miei soliti pensieri “invalidanti”, ma solo quelli che vale la pena ascoltare. Riesco molto bene ad ascoltare le mie bimbe al telefono. Sicuramente mi mancano un sacco, perchè anche se a volte vorresti solo stare solo, quando sei solo veramente ti accorgi che non era quello che volevi.

ESSERE SOLI

Questa sera, mentre cenavo da solo, mi sono sentito un pò triste, ed ho pensato a tutte le persone che sono veramente sole. Mi sono sentito molto fortunato ed orgoglioso di aver formato, io ed il mio amore, una famiglia numerosa con cui condividere tutte le esperienze, le emozioni, i pensieri e la stessa vita.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per vedere le foto accetta! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi