PREPARARSI AL NATALE

Il Natale è una festa molto importante e bella per i bambini (ed anche per noi genitori), peccato che con il passare del tempo si stia “modernizzando”. Io sono uno che rispetta molto le tradizioni. Avete presente quando nevica e tutti i rumori vengono attutiti, ecco quella è per me la colonna sonora del Natale. Avete presente la luce di una candela, ecco quella è per me la scenografia del Natale. Avete presente i canti tradizionali, ecco quelli sono per me i dialoghi del Natale. Non so se sono riuscito a farvi capire cosa è per me il Natale, ma mettete insieme le tre cose prima descritte ed uniteci lo stare in famiglia, ed avete ottenuto il mio Natale.

COME PREPARARSI AL NATALE

Fatte queste noiosissime e poco condivisibili premesse, vi voglio raccontare cosa mi sono inventato quest’anno per preparare le mie bimbe al Natale e creare quell’atmosfera di magia che tanto mi piace. Premetto che anche alle mie bimbe piace l’idea di Gesù bambino che porta i doni, di San Nicolò che porta i dolci e dei loro calendari di Avvento che  ogni anno gli portano qualche dono e/o dolcetto. 2013 e 2016 sono piccoline ed ancora credono alla magia del Natale. 2010 invece è grandina, inizia a intuire che dietro la magia del Natale ci sono papà e mamma, ma ha deciso di credere. Più volte mi ha chiesto “Gesù bambino esiste?”, “E lui che porta i doni?”. Domande che pone anche  su altri personaggi fantastici come il topolino dei denti, oppure le streghe, oppure il “Sandmännchen”. La mia risposta è molto semplice. “Se ci credi esistono…..quando non ci credi più spariscono”. E lei mi ha sempre risposto “Allora io ci credo”. Ma torniamo al Natale. Come anticipato qualche riga prima le mie bimbe hanno i loro calendari di avvento.

I CALENDARI DI AVVENTO

Ebbene si, ad ogni figlia, il primo Natale é arrivato il calendario di avvento, che consiste in un pupazzone con tanti sacchettini numerati (da 1 a 24) contenenti doni. 2010 ha “Gnammi, Gnammi” (una renna), 2013 ha “Babbo, Babbo” (un Babbo Natale), 2016 ha “Gnomo, Gnomo” (uno Gnomo). Ogni hanno compaiono sulla parete il primo di dicembre e magicamente scompaiono il 25 di dicembre. Ogni hanno le mie bimbe aspettano felici i loro calendari di avvento. Ed anche se i vari amichetti hanno i calendari di avvento comprati al supermercato, loro sono orgogliosissime dei loro calendari. Quest’anno ecco cosa mi sono inventato. Intanto i calendari sono comparsi con solo il sacchetto del primo di dicembre pieno, e gli altri vuoti (cosi non possono sbirciare gli altri sacchettini, come facevano gli altri anni). E poi nel primo sacchettino oltre ad un cioccolatino c’era una piccola letterina che spiegava cosa sarebbe successo i giorni successivi. In pratica ogni giorno mi sono inventato un compito che consisteva in piccole buone abitudini. Ad esempio “Il compito del 3 dicembre è salutare”. Se si impegnavano ad eseguire il compito il giorno dopo trovano un altro compito insieme ad un cioccolatino. La cosa ha suscitato in loro grande interesse. Tanto che ho sentito 2010 spiegare il suo calendario ad una amichetta e questa poi diceva alla mamma “Perchè da loro arriva, mentre noi lo compriamo?”

PICCOLE TRADIZIONI

Il bello del Natale è che ognuno lo vive in modo diverso, ognuno ha le sue piccole tradizioni. La cosa importante è tramandarle, renderle speciali, farle amare anche ai propri figli, ma la cosa più bella è condividerle con chi magari le ha perse o dimenticate. Si fa presto a dimenticare le tradizione per svariati motivi, ma le tradizioni sono quelle particolarità che ci contraddistinguono, ma nello stesso tempo ci uniscono. Io sono sempre molto aperto alle novità, ma i Natali consumistici con le luci stroboscopiche e le musiche ad alto volume non mi piacciono, ma questo non significa che non siano altrettanto belli. Ognuno ha il proprio Natale, il mio consiglio é di viverlo. E ricordate che hai bambini piace l’idea che i regali compaiono per magia, anche se sanno che siamo noi genitori a comprarli. Quindi tenete viva la magia del Natale, non stancatevi mai.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

4 Risposte

  1. Mamma avvocato ha detto:

    Concordo pienamente!!!! E che belli devono essere i vostri calendari…complimenti per l’idea!

    • Lorenzo ha detto:

      Grazie! Giro i complimenti anche a mia moglie, perchè è lei che riesce a ricreare la giusta atmosfera natalizia.
      Un saluto
      Lorenzo

  2. Anche noi abbiamo la tradizione del calendario d’avvento. Ne abbiamo uno con 24 sacchetti e ogni anno giorno dopo giorno compaiono dolci o regalini piccolini. Quest’anno invece compare due pezzi di puzzle per ognuno, un puzzle a tema natalizio e ogni mattina loro sono contentissimi di attaccare i due pezzettini. Mai mi hanno chiesto i calendari che hanno gli altri!
    Bella l’idea di farli comparire l’uno e farli scomparire il 25!!

    • Lorenzo ha detto:

      Bella l’idea del puzzle. Un anno avevo messo i pezzettini del lego, ma erano troppo impazienti ed andavano a cercare i pezzi negli altri giorni. Per questo i sacchettini sono tutti vuoti ed è pieno solo il sacchettino del giorno giusto. Quest’anno poi la grande inizia a fare i regalini di risposta, quindi mi ritrovo nel sacchettino del giorno dopo dei messaggi, dei biscotti, dei regalini.
      Buon avvento
      Un saluto
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per vedere le foto accetta! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi