PERCHÈ

Perchè non ci ascolta?

Perchè non ci racconta i suoi pensieri?

Perchè in casa soffre come un leone in gabbia?

Perchè non riesce a fare cose semplicissime? Ma riesce a fare cose complesse?

Perchè non accetta le nostre richieste?

Perchè si oppone sempre?

Perchè non vuole aiuto?

Perchè vuole fare tutto da sola?

Perchè rovescia il latte tutte le mattine?

Perchè non riesce a stare seduta a tavola?

Perchè ha bisogno di essere accettata?

Perchè vuole uniformarsi alla massa?

Perchè picchia sua sorella?

Perchè cerca sempre sua sorella?

Perchè non vuole fare i compiti?

Perchè impara le lingue facilmente?

Perchè non vuole rispettare le regole di casa?

Perchè insiste fino a farci perdere la pazienza?

Perchè fa amicizia sempre in pochi istanti?

Perchè ha paura dei cambiamenti?

Perchè non si accorge che gli scappa la pipi quando é concentrata?

Perchè non riusciamo a comunicare con lei?

Perchè sta bene solo all’aria aperta?

Perchè è interessata solo alle novità?

Perche ha paura delle novità?

Perchè fa le cose bene la prima volta la seconda già non le interessa più?

Perchè?

Quanti perchè. nessuna risposta. Navigo nel buio, ed ho paura di non riuscire a seguire più 2010.

La sto perdendo. Sono in affanno.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

8 Risposte

  1. Emilia ha detto:

    Quanto di Maika ci vedo…. Io ho deciso di farmi condurre da lei per comprendere il suo modo di essere al. Mondo, conoscere le sue difficoltà e punti di forza con un’acuta osservazione silenziosa, che non è facile, ci si mette anche in affanno e in ansia… Lasciarle spazi che richiede anche se la sua età non dovrebbe, accettarla per come è e aiutarla anche senza farmene accorgere… A volte standomi zitta e aspettando osservandola, altre camminandole accanto con il suo passo che sembro essere su una giostra a tutta velocità dove mi sembra di toccare ogni punto dell’esistenza e del mondo ma che alla fine mi lascia sfinita e confusa chiededomi se davvero abbia capito qualcosa poi la guardo ed è serena, allora sì ho capito … Pian piano ho trovato un modo mio e suo per aprirci. Aspettarla o inseguirla, dipende ma presente… Mio marito invece… Beh.. Lui anche si affanna ma è normale… Anche il papà più presente ha una difficoltà maggiore a cogliere o a comprendere cose all’apparenza strane o complesse ma penso che il tuo affanno ci sia nel momento in cui vuoi razionalizzare gli atteggiamenti ma in fondo in te sai benissimo che riesci a comprenderla anche in quel suo mondo complesso… In quel suo modo di essere al mondo e farsi sentire.
    Perché alle volte la voglia di razionalizzare tutto deve lasciare lo spazio alla semplice accettazione senza motivo, senza perché senza nulla.

    • Lorenzo ha detto:

      Concordo con le tue osservazioni. Il problema è che non c’è solo 2010, ma anche 2013 e 2016. Le cose si sono complicate. Con 2013 e 2016 non siamo riusciti a fare quello che abbiamo fatto con 2010. Ho pensato per tanto tempo di averla viziata con il tempo, l’ho scritto anche nel blog in questo articolo . Poi ho capito che il “problema” era un altro. Quanto ti leggo, vedo molto 2010 in Maika. Per 2013 è difficile accettare 2010. E’ sempre un passo avanti. E ti assicuro che le mele non cadono tanto dall’albero, quindi a volte ci chiediamo come sono messe 2013 e 2016, perchè sono tutto molto simili nella loro diversità. Prova a pensare a tre Maika che vanno tutte per strade differenti.
      Comunque stiamo cercando di trovare un equilibrio compatibile con le esigenze di tutti e cinque. Ricette magiche non ci sono. Ne soluzioni statiche. Sempre in evoluzione. Ed io sempre in ritardo……
      Un saluto
      Lorenzo

      • Emilia ha detto:

        Eh si, con tre le cose si complicano ma penso che insieme a tua moglie riuscirete almeno nella maggior parte delle volte a cavarvela alla grande. Sai io penso molto spesso che se maika avesse una sorellina sarebbe un po’ più facile per lei, perché crescendo, avrebbe uno specchio nel quale potersi riflettere e confrontarsi con le dovute differenze ecc, non so….
        Comunque volevo dirti che ci stanno anche questi momenti di paure, dubbi, perplessità, affannamento… È il modo più sincero che si conosce per interrogarci per comprendere se stiamo facendo la cosa giusta, la voglia di conoscerli maggiormente, la paura di rispondere anche a quei perché…. Ecc… Ecc…. E poi… Ci si rialza con più forza. E fiducia… Anche se non ci si risponde a quelle domande… Anche perché la maggior parte delle volte sono i figli a uscirsene fuori con una parola o un atteggiamento in un momento che non ce lo aspettavamo ma che tramite quella reazione, ci fanno capire molte cose e per miracolo il nostro cuore si alleggerisce di colpo, almeno fino al prossimo momento di titubante.
        Un abbraccio a tutti voi.

  2. Priscilla ha detto:

    Noooo vai tranquillo, non la perdi. Semplicemente la “corda” che vi tiene uniti si fa più lunga perché anche lei ha bisogno dei suoi spazi. Ma papà è sempre papà, non c’entra quanti anni hai o quanto lontano stai.

  3. Caspita. Quanta carne al fuoco…
    Cosa dice tua moglie? Se anche lei è in affanno potete pensare a un consulto con uno psicologo, se non l’avete già fatto

    • Lorenzo ha detto:

      Diciamo che questo periodo è particolarmente difficile. Di consulti ne abbiamo fatti, ma per ora solo teoria. E tra il dire ed il fare……
      Un saluto
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per vedere le foto accetta! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi