NON SI PUO’ ASCOLTARE SEMPRE

Qualcosa mi dice che sto sbagliando, che sto esagerando, e come in tutte le cose che faccio mi sto intestardendo. Nel voler ascoltare sempre mi sto accorgendo che sto ricominciando a sentire. Mi sto dimenticando di ascoltare me stesso. Questo errore l’ho già fatto diverse volte nella mia vita e non ha portato mai nulla di buono. Quindi STOP!

FISSARE DEI LIMITI

No non voglio smettere di ascoltare però è meglio fissare dei limiti. Ascoltare non significa accontentare tutte le richieste. Ascoltare non significa risolvere tutti i problemi. Ascoltare non significa assorbire i problemi degli altri. Ascoltare significa dedicare del tempo a chi a voglia di essere ascoltato. E’ si, mi sono accorto che molte volte si ha voglia di parlare, ma non si ha alcun interesse ad essere ascoltati, ed altre volte si ha voglia di essere ascoltati, ma non si ha la forza di parlare.

DISCUSSIONI

Le continue discussioni con 2010 mi hanno fatto capire che spesso chi parla non vuole essere ascoltato e chi ascolta si carica di tensioni non sue. Ho già scritto (in questo articolo) che l’ascolto non deve essere condizionato dal proprio vissuto. L’ascolto deve essere privo di giudizio e privo di soluzioni. L’ascolto deve essere unicamente ascolto.

Assecondare una richiesta non significa ascoltare……così come risolvere i problemi non significa ascoltare, ma gratifica solo il proprio ego che ci dice “bravo!”.

Ascoltare deve aiutare chi ci sta vicino e non noi, per questo motivo è meglio dedicare spazio non solo all’ascolto degli altri, ma anche ad ascoltare se stessi.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quando i nostri figli hanno da insegnarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!