Gardaland con bambini

Questo post non vuole essere una recensione di Gardaland. In rete ne trovate a milioni, ma la mia esperienza a Gardaland con bambini. Di positive e di negative. A noi Gardaland piace un sacco, ci andavo da piccolino (anche se alcune attrazioni mi terrorizzavano, vi ricordate il castello di Dracula….), da adolescente, da ragazzo ed adesso da padre. L’ho visto cambiare, a volte in meglio ed a volte in peggio, ma torniamo a questo post.

Gardaland in ascolto

Quando si portano i bambini a Gardaland si hanno sempre grandi aspettative. Sicuramente gli piace un sacco. Oggi ti portiamo in un posto bellissimo. Vedrai come ti divertirai. Vedrai che bella sorpresa. Il problema che i bambini reagiscono a Gardaland in modo molto vario. C’è chi è felice, chi spaesato, chi impaurito, chi nervoso, chi eccitato. Domenica scorsa ho visto un sacco di bambini piangere, e non per la stanchezza, ma appena entrati. E questa imprevedibilità disorienta il genitore. Andare a Gardaland con bambini sotto gli otto anni non e una passeggiata, ed allora vi racconto cosa ho ascoltato.

Piacevole sorpresa

Per 2016 era la prima volta, mentre 2013 e 2010 ci erano già state. Le mie bimbe in generale non sono facili, ma quest’ultima volta a Gardaland sono state bravissime. Non un capriccio, non una lamentela, e ne avrebbero avuto tutti i motivi, visto il gran casino che c’era domenica. 2010 ha accettato di buon grado le attrazioni per i più piccoli, 2013 ha accettato che non poteva salire su tutte le attrazioni dove andava 2010, e 2016 piano piano a scelto le attrazioni che gli piacevono e quelle che non voleva.  Le uniche cose che ho ascoltato sono:

Possiamo andare sul…“, “Papi sono stanca

In mezzo ad un sacco di ragazzi ed adulti che si lamentavano delle file, le mie bimbe le hanno accettate, anche perché non c’erano alternative. Una giornata riuscita grazie anche alle mie bimbe.

Piccoli consigli

Non si possono far fare tutte le attrazioni ai bambini, anche se da una ottica sicurezza possono farla, magari loro non sono pronti. Mi ricordo ancora il terrore negli occhi di 2013 la prima volta che Prezzemolo gli si e avvicinato. Ho fatto fatica a calmarla. Una paura assurda per noi adulti ma reale per lei. Ci sono bambini che hanno paura delle giostre in generale (io da piccolo odiavo tutti i luna park), quindi rilassatevi cari genitori e seguite l’indole dei vostri figli. Valutate bene anche le file, se superano i 30 minuti, per i bambini aspettare è molto faticoso, e domenica ho visto molti bimbi piangere proprio perchè si erano stufati di aspettare. Ricordatevi poi che avete portato a Gardaland i vostri figli, devono divertirsi loro, non voi. Se volete andare voi genitori a Gardaland….lasciate a casa i figli….:-)

Piccole critiche

Gardaland a me piace, però ci sono alcuni aspetti che non mi piacciono e sono:
Le file exspress, la più grande cazzata di Gardaland. Non mi piace insegnare alle mie bimbe che basta pagare per superare gli altri.
La musica ad alto volume ovunque, non c’era angolo di Gardaland senza un diffusore che sparava a tutto volume le loro “fantastiche” canzoni che ora di sera le odi profondamente.
Il costo, è elevato anche se per me giustificato dal servizio offerto, e poi ci sono soluzioni per risparmiare, anche se i prezzi famiglia non sono così vantaggiosi come ad esempi in certi parchi Europei.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

6 Risposte

  1. Mamma avvocato ha detto:

    Io con mio figlio (i piccoli non li ho ancora portati), ho amato più leolandia. Eh gardaland. Secondo me leolandia ha costi più accessibili, quasi nessuna coda e attrazioni più a misura di bambino sotto i dieci anni. Certo, con bimbi più grandi o da adolescente o adulto, Gardaland è meglio! Anche a me non piace il messaggio delle code express e non ne ho viste a leolandia. Purtroppo, però, è il messaggio imperante nella società: chi ha soldi può tutto.

    • Lorenzo ha detto:

      A Leolandia non ci siamo mai stati, per noi è un pò più lontano, ma non lontanissimo. Magari una volta proviamo ad andarci.
      Un saluto
      Lorenzo

  2. Silvia Fanio ha detto:

    Noi adoriamo Gardaland, ci andavo da piccola (e ricordo benissimo il castello di Dracula) e ci sono andata negli anni. Ultimamente, come dici tu, i costi sono elevati. Ma quest’anno abbiamo fatto l’abbonamento. Con due ingressi te lo sei già ripagato e noi ci siamo andati più volte, godendo del fatto che, essendo veronesi, se oggi non riusciamo a fare una giostra, la faremo la prossima volta, tanto in poco tempo siamo li. Come te odio le file express e trovo la musica troppo forte. Ma se i genitori ascoltano i bambini, non ci saranno capricci. Sono sempre giornate divertenti!

    • Lorenzo ha detto:

      Ho visto anche io l’abbonamento e devo dire che ci ho fatto anche un pensierino. Hai ragione se si segue l’indole dei bambini ci si diverte un sacco, bisogna solo accettare le loro paure o timori anche se per noi sono infondati!
      Un saluto
      Lorenzo

  3. Purtroppo nella vita di adesso se paghi fai praticamente tutto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per vedere le foto accetta! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi