DOMANDE E RISPOSTE (UNA PICCOLA AUTOINTERVISTA)

Con questo Post accetto l’invito di Maddalena (pensierirotondi.com) e procedo alla mia autointervista (le domande sono in parte mie ed in parte ho preso spunto dal blog philosobia.wordpress.com ). Buona lettura.

Iniziamo dal tuo blog. Perchè è anonimo?

Beh, anonimo non direi. Mi chiamo Lorenzo ed il mio nome lo conoscono tutti.

Si però non conosciamo il tuo volto. Perchè rimani nascosto?

Perchè mi piace stare nascosto, e poi nel blog parlo delle mie bimbe e della mia avventura con loro. Se un giorno le mie bimbe mi dicono “fatti vedere”, allora mi farò conoscere in tutto il mio splendore.

Quindi è una questione di Privacy?

Una questione di rispetto.

Perchè, un papà blogger?

Non sono il primo, e non sarò l’ultimo. Avevo voglia di scrivere quello che mi passava per la testa. Per un anno ho tenuto un diario, ed adesso invece i miei pensieri li pubblico. Forse possono essere di aiuto a qualche altro papà o mamma.

Quando scrivi?

Quando mi viene in mente qualcosa, di solito la sera, anche se la mattina sarei più produttivo, ma lavoro, quindi….

Che lavoro fai?

Aiuto altri a fare cose apparentemente molto semplici

Papà, blogger ed ingegnere, ti rimane tempo per qualcos’altro?

Mi piace la moto, sia andarci, sia lavorarci, mi piace camminare in montagna.

Perchè tre figli?

Non abbiamo fatto grossi programmi. Un giorno mentre camminavamo in montagna abbiamo deciso che si poteva diventare genitori e poco dopo è nata 2010. Poi un giorno mentre camminavamo in montagna con un passeggino abbiamo deciso che si poteva allargare la famiglia e poco dopo è nata 2013. Poi un giorno mentre camminavamo in montagna ci siamo chiesti e se ci allarghiamo ancora e poco dopo è nata 2016. Adesso in montagna evitiamo di parlare.

Beato fra le donne. In quanti te lo avranno detto?

In molti di solito uomini, perchè le donne tendono a guardarmi e dirmi “poverino”.

A casa come ti chiamano?

“Papi” le bimbe, “Schatzi” il mio amore

Musica?

Sempre, fa parte di me sia suonarla sia ascoltarla

Allora sei un musicista?

Diciamo che ho fatto numerosi concerti, ma sempre a livello amatoriale. Adesso non suono più, manca il tempo

Strumento?

Fisarmonica

Fisarmonica? Perchè?

Perchè da piccolo volevo suonare la chitarra, ma il corso era pieno e quindi l’altro strumento in casa era la fisarmonica.

Quindi via alle danze?

Mi sono sempre dedicato alla musica classica ed al Jazz.

Torniamo a noi, pensi di essere una bella persona?

Non lo so, a volte si a volte no.

Quanti anni hai?

oscillo tra i 3 ed i 90 anni a seconda del momento

Qual era il tuo sogno da bambino?

Avere una fattoria con tanti animali

Ed oggi?

Non ho una fattoria, ma mi piacerebbe ancora

Adesso qualche domanda a risposta veloce. Quanto spesso ridi?

Troppo poco, vorrei ridere di più.

Che cosa ti fa sorridere?

I volti dei bambini

Chi è il tuo peggior nemico?

La paura

Dove vivi?

In mezzo alle montagne, e ne sono felice

Pensi di essere forte?

Non abbastanza

Qual è la cosa più importante che hai fatto finora?

Le mie tre bambine

Qual è la cosa più stupida che hai fatto nella vita?

Aver scelto il lavoro per i soldi

Ami te stesso?

Dipende dai giorni

Che cosa temi di più nella vita?

La morte

Qual è la tua parola preferita?

Rispetto

Qual è l’ultima volta che hai pianto?

Quando o deluso il mio amore

Qual è la cosa migliore che ti potrebbe capitare ora?

Sentirmi dire “ti ho bene

Qual è la cosa peggiore che ti potrebbe capitare ora?

Perdere una persona amata

Come ti vedi tra 5 anni?

Troppo lontano, non ci vedo bene (infatti porto gli occhiali)

Hai qualche rimpianto?

Guardo sempre avanti

Qual è la prima cosa che fai quando ti svegli al mattino?

Mi metto i calzini e vado in bagno.

Che cosa pensi, di solito, prima di addormentarti?

All’acqua, non so perchè, ma appena mi sdraio mi viene in mente quando nuoti sotto acqua

Se avessi la possibilità di cambiare una cosa nella tua vita, proprio ora, che cosa cambieresti?

Nulla, va bene così.

Per che cosa sei orgoglioso di te?

Di aver fatto 3 figlie stupende

Riassumi la tua vita in una frase.

Guarda sempre avanti, perchè se ti volti rischi di sbattere.

Indica ciò che ti dà più fastidio nella vita.

L’indifferenza

Qual è la prima domanda che faresti a dio?

Perché fai soffrire i bambini

Hai dei segreti?

Si, solo perchè non parlo molto, non per nascondere

Che cosa ti fa ridere?

Il solletico

Sei felice?

Sono felice, ma sono anche triste tutto è vita

Per te l’amore é?

Una infinità di emozioni.

 

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

2 Risposte

  1. Maddalena ha detto:

    Ma che meraviglia! Guarda, io questa cosa del fare a catena di interviste l’ho buttata lì pur non amando le catene. Spero parteciperanno altri, ma già solo la tua è valsa la pena: mi accorgo che è veramente bello scoprire qualcosa in più di chi conosco via-blog. Poi alcune domande che ti sei fatto e alcune risposte mi hanno fatta sorridere o colpita particolarmente: quella dei 3 figli e che non parlate più in montagna l’ho letta ad alta voce per far ridere anche mio marito. E poi… la fisarmonica? Ma dai? Aver scelto il lavoro per i soldi… pensare all’acqua prima di dormire… Un sacco di cose curiose che non avrei mai saputo! 🙂 Grazie.

    • Lorenzo ha detto:

      Grazie a te per l’idea. Questa cosa mi ha fatto pensare a cose che di solito non do importanza. Devo dire però che ad alcune domande è difficile dare una risposta, perchè la testa dice una cosa, il cuore un’altra e la pancia un’altra ancora.
      Un saluto
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi