ASPETTATIVE

È da qualche giorno che faccio delle considerazioni sulle aspettative nei bambini ed in noi adulti e su come influenzano le nostre emozioni, ed il nostro star bene o male.

PREMESSE

Non ho ricordi precisi di quando ero piccino. A volte provo a concentrarmi, ma ho sempre ricordi riportati da mia mamma, non ho ricordi diretti. Non so se ero un bambino con tante aspettative o se i miei involontariamente mi hanno riempito di aspettative, l’ unica cosa che mi ricordi e che ho sempre dovuto ripiegare alla seconda scelta. Volevo sciare ho pattinato, volevo suonare la chitarra ho studiato fisarmonica, volevo una scuola ne ho fatta un’altra. E la seconda scelta era ovviamente un ripiego.

ZERO ASPETTATIVE

Quello che mi ricordo bene è che alle superiori ed all’università ero uno senza troppe aspettative. Ogni voto andava bene, l’importante era passare. Quando arrivava il 30 e lode ero felice, quando arrivava il 18 ero felice. Prima di ogni esame non mi immaginavo il voto. Io studiavo per passare. Tutto andava bene. E così anche fuori dall’ambito scolastico. Non mi aspettavo nulla, se arriva bene se no va bene lo stesso. Non so se questo mio atteggiamento era una sorta di autodifesa per evitare delusioni.

L’AMORE

Con l’amore sono tornate le aspettative. Prima con mia moglie e poi con le mie figlie. Le maggiori aspettative però sono nate insieme alle mie figlie. Probabilmente mi sono immaginato la famiglia del mulino bianco, oppure avevo il desidero di una famiglia come la pensavo io. Invece ho una famiglia meravigliosa, ma diversa da come la pensavo. Le aspettative che mi ero fissato erano altissime e probabilmente utopiche. Ci ho messo un pò a capirlo, ma non posso accontentare tutti.

ASPETTATIVE

Ma come nascono le aspettative? Le aspettative nascono da una immagine che si crea nella mente in base all’elaborazione di input esterni e da ragionamenti interni. In parole povere nascono da una proiezione del futuro. Classico errore, di non vivere il presente, ma vivere una realtà futura che esiste solo nella tua testa. Allora, tornado all’inizio del post, quando mi chiedevo se da piccolo avevo aspettative, la risposta è “probabilmente no”. I bambini sono troppo concentrati sul presente e su se stessi per avere autonomamente delle aspettative. Le aspettative gliele fissiamo noi genitori, e gli innumerevoli input esterni.

ASPETTATIVE NEI BAMBINI

Come nascono le aspettative nei bambini? Le aspettative nascono quindi dalle proprio vissuto, dalle proprie esperienze, solitamente quelle che hanno lasciato un bel ricordo. Se una volta sono andato nel bosco e c’erano tanti giochi, la prossima volta che vado nel bosco mi aspetto tanti giochi. Ecco l’aspettativa. Se si va in un posto nuovo, i bambini non possono avere aspettative. In questo caso siamo noi genitori a crearle per loro. E questo per me è uno sbaglio. Lo faccio regolarmente, ma è uno sbaglio. Ma perchè è uno sbaglio. Beh di solito, quando si propone qualcosa di nuovo, i bimbi tendo a dire “Cosa è?”, “Dove é?”, “E’ lontano?”, “ma perchè andiamo lì?”, e noi bravi genitori per creare un pò di entusiamo iniziamo “Dai che ti divertirai tantissimo, ci saranno un sacco di cose divertenti. Magari ci sono anche altri bambini, poi scopriremo in sacco di cose nuove!!!” Ecco creata l’aspettativa. I bambini a quelle frasi ci credono, perchè si fidano di noi. Se poi l’aspettativa viene delusa, si ha una doppia delusione. Non ci si diverte, ed il papà mi raccontato un sacco di bugie.

ASPETTATIVE POSITIVE

Come sempre l’equilibrio è la cosa più importante. Vivere senza aspettative non è la cosa giusta, ma anche avere eccessive aspettative non va bene, perchè si corre il rischio di vivere troppo delusione. Insegniamo ai nostri bimbi di avere aspettative reali. Cosa intendo. Aspettative che creano entusiasmo, ma difficilmente portano delusioni. Un esempio: “Dai che oggi andiamo a fare una gita al lago”, “Ma perchè non andiamo nel bosco dell’altra volta che ci siamo divertiti un sacco”, “Si è vero ci siamo divertiti un sacco, l’altra volta, ma forse anche al lago ci divertiremo, vediamo un posto nuovo, e chissà forse è anche più bello. Se invece non ci divertiamo, la prossima volta torniamo nel bosco che dici te”. Ecco vedete non è difficile creare una aspettativa realistica.

E voi come vivete le aspettative? Ed i vostri figli?

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

4 Risposte

  1. Priscilla ha detto:

    Ahhh le aspettative sono una brutta bestia, perchè troppo spesso purtroppo sono irrazionali e non basate sulla realtà.
    Ho notato che i genitori spesso e volentieri sovraccaricano i figli con le loro aspettative, i loro desideri, i loro sogni infranti.
    Sto bene attenta a non farlo, anche se a volte è proprio difficile, soprattutto perché tentiamo di dare ai nostri bambini tutto quello che non abbiamo mai avuto.

    • Lorenzo ha detto:

      Ciao,
      la mia peggior aspettativa è quella di pensare che le mie figlie facciano le cose come le farei io. E’ la peggiore, quella che mi rovina maggiormente l’umore, ma è anche quella che faccio più fatica a cancellare. Anche se sono consapevole che sia sbagliatissima, e che le mie figlie sono ben diverse da me. E per fortuna.
      Un saluto
      Lorenzo

  2. Mamma Avvocato ha detto:

    Io cerco di creare ai bambini aspettative moderate, in base a ciò che so già del luogo o della situazione. Però di mio sono un disastro: ho aspettative altissime su me stessa e le mie giornate e poi rimango regolarmente delusa di quanto poco sono riuscita a realizzare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Per vedere le foto accetta! maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi