ASCOLTO E FRETTA NON VANNO D’ACCORDO

La fretta è il mio peggior nemico in questo mio viaggio in ascolto. Ma dove devo arrivare con tutta questa fretta? Non lo so…..non lo so. Però con la fretta non si ascolta si sente. Riuscirei a stare seduto per ore ad ascoltare musica (uso il condizionale perché non ho la fortuna di avere ore a disposizione per stare seduto ad ascoltare musica), però appena qualcuno mi inizia a parlare tendo a chiudere la conversazione il più velocemente possibile. Anzi quando fanno pause troppo lunghe tra una frase e l’altra le riempio con le mie solite pillole di saggezza che non servono ad un piffero.

CORRI CORRI CHE FRETTA

Anche quando parlo tendo a correre. In passato durante le interrogazioni e poi agli esami e poi alla presentazione della tesi tutti mi dicevano che parlavo troppo velocemente. Quando studiavo musica il mio maestro mi diceva sempre….”corri troppo” (e dava colpa al pattinaggio velocità che praticavo). Ma dove sto correndo? Dove voglio arrivare? Da dove voglio scappare? A scuola i maestri dicevano spesso “contate fino a 10 e poi parlate” beh, avevano ragione ed è un buon allenamento per evitare di dire cose che non si vogliono ascoltare.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quando i nostri figli hanno da insegnarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!