ASCOLTARE LE DOMANDE

“Papà ci stiamo divertendo oggi?” chiede 2010 mentre pattiniamo “Certo!” rispondo io. “Papà ci stiamo divertendo vero?” chiede nuovamente dopo qualche minuto 2010 “Questa sera ci stiamo proprio divertendo” ribadisco io. “Papà oggi ci siamo proprio divertiti vero?” chiede ancora 2010 alla fine della serata con i pattini “Si è stato proprio bello!” confermo nuovamente.

Ma perchè così tante domande sul divertirci o meno?

Me lo sono chiesto, e mi è venuto in mente che a volte capita di dire “Se fai così….mica ci si diverte!!” oppure “se non hai voglia la prossima volta fammi andare da solo così mi diverto!”. È si spesso mi dimentico dell’età delle mie figlie e le tratto come degli adulti senza pensare che loro …..ascoltano……e si ricordano tutto. Quindi tutte le domande che mi faceva era per rassicurarsi che non solo si era divertita lei, ma che si era divertito anche il papà.

Partecipare attivamente alle attività dei figli

I figli desiderano dei genitori partecipi della loro vita/attività/passioni non solo spettatori passivi, ed inoltre loro vogliono essere parte attiva della nostra vita e non solo qualcuno da portare con noi. Non è sempre facile partecipare attivamente ai loro giochi, perché a volte non se ne ha proprio voglia, però in questo caso è meglio essere sinceri e dirgli “scusa ma oggi non ho voglia di giocare, perchè….”, piuttosto che giocare con loro in modo distratto. Bisogna sempre spiegare anche il perchè non abbiamo voglia per evitare che non si sentano la causa della nostra “non voglia”.

Far partecipare i figli alle nostre attività

Quante volte mi sono detto “se ero solo ci mettevo cinque minuti”. In effetti quando si fanno delle commissioni insieme ai bambini spesso ci si impiega un sacco. I bimbi si annoiano e spesso iniziano capricci dovuti più alla stanchezza ed alla noia. Come fare allora? Beh una soluzione univoca non esiste. Sicuramente  dobbiamo essere pronti a rallentare, farci aiutare con quello che sanno fare, ed avere la pazienza di rispondere alle mille domande che fanno. Altro aspetto importante è essere chiari fin da subito. Se ad esempio dobbiamo entrare in un ufficio per questioni burocratiche, dico subito alle mie figlie cosa succederà all’interno dell’ufficio, quanto tempo dobbiamo stare dentro e molto importante cosa faremo dopo. Ed il dopo deve essere però più divertente dell’ufficio…… E’ meglio sempre alterna attività noiose ad attività meno noiose come ad esempio fare la spesa dove i nostri bimbi ci possono aiutare a cercare le cose e metterle nel carrello. Ricordatevi sempre che per i nostri figli la vita è una meravigliosa sconosciuta e quello che per noi è scontato per loro è una grande novità.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quando i nostri figli hanno da insegnarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!