ASCOLTARE LA GIOIA

Qualche articolo fa avevo parlato della paura, ed oggi vi parlo di come ascoltare la gioia. La gioia è una emozione che conoscono molto bene i bambini, e specialmente le mie bimbe. Loro riescono a vivere ed ascoltare la gioia. Dobbiamo solo avere il coraggio di imparare dai nostri figli, dalle nostre figlie. Io come tutte le emozioni ho sempre avuto difficoltà ad abbandonarmi alla gioia. Sono sempre stato (e lo sono ancora oggi) molto controllato.

COME VIVERE LA GIOIA

Ricordo ancora la prima volta che ho appoggiato il sedere sulla sella del motorino di mio fratello. Avrei potuto fare i salti mortali, ma invece la mia gioia lo tenuta per me, nel mio cuore, nascosta in una maschera di normalità. A volte credo che mi piace così tanto andare in moto, perché sotto il casco non sono obbligato a tenere la maschera e posso essere solo me stesso.

VIVERE LA GIOIA DEGLI ALTRI

Da quando sono innamorato poi la gioia l’ho sempre legata alla gioia del mio amore. Non riesco a gioire senza di lei. Ma è da quando sono diventato padre che ho iniziato a vedere ed ascoltare la gioia. Le mie bimbe sono gioia (avete presente Inside Out). Ricordo il giorno che 2016 si è messa sulle spalle uno zainetto. Nel suo sguardo traspariva tutta la gioia. Una cosa così banale per lei era la cosa più bella del mondo. Uno zainetto sulle spalle come le sue sorelle. Era orgogliosa. Era gioia allo stato puro. E poi quando faccio la moto con le ginocchia (si io non faccio cavallino, io faccio la moto, da cross o da pista) loro si divertono un sacco e partono una quantità di risate. Ma il momento dove vedo di più la gioia è quando possono giocare e correre all’aria aperta. Date un prato alle mie figlie e vi rappresenteranno la gioia.

LA GIOIA

La gioia si sà è contagiosa, e quando ascolto la gioia delle mie figlie, sono il papà più felice del mondo. Per questo le porto spesso in montagna, a fare pic nic, a correre, a raccogliere i fiori, ad arrampicare.

LA GIOIA DI QUESTI GIORNI

La Vigilia di Natale fortunatamente è stata piena di gioia. Anche se 2010 inizia a farsi domande gli piace un sacco credere che i regali li porti Gesù Bambino. E quando ha sentito le canzoni di Natale partire mentre tutti eravamo in stanza a giocare (sono fantastici i diffusori Bluetooth) la gioia è scattata. Di corsa in salotto a vedere se erano arrivati i regali. I regali erano lì. Sotto l’albero. Festa, gioia, emozioni. Tutti i desideri esauditi. Gioia! Anche questa mattina, quando ci siamo svegliati con la neve, e poi siamo scesi a fare un bel pupazzo di neve ho avuto la fortuna di vivere la gioia di 2013. E sulla neve sono tornato bambino anche io.

L’IMPORTANZA DELLA GIOIA

Credo che il principale compito di noi genitori sia quello di favorire il più possibile la gioia nei bambini. È impressionante come i momenti di gioia favoriscano la creatività, la conoscenza, la crescita. È come se la gioia fosse un combustibile. E se si toglie il combustibile ad un motore, questo si ferma.

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi