ARTIST AT WORK

Oggi vi voglio parlare di una delle passioni di 2010. Stavo per scrivere “il disegno”, ma la sua passione/interesse supera i limiti del disegno, meglio scrivere “l’arte”. 2010 è appassionata di arte. Come tutti i bambini (almeno questa è una mia credenza) la sua passione non è legata all’arte degli altri, ma a fare “arte”. Lei ha un forte bisogno di creare, disegnare, pitturare, costruire e poi distruggere (applica il concetto del mandala a tutto quello che fa). Se vogliamo conservare qualche sua realizzazione siamo costretti a rubarla e nasconderla (che genitori degeneri).

ARTE

2010 poi non solo è interessata a fare arte, lei ha un carattere tipico degli artisti (che ne so io dei caratteri degli artisti). Genio e sregolatezza (sono così gli artisti?). Allora come far uscir fuori tutto il suo essere artista? Come spesso accade al papà e balenata in testa una idea malsana (tutto perchè avevo finito la pittura murale). Ma andiamo con ordine.

VACANZE NATALIZIE

La mia cara mogliettina, quando chiude l’ufficio e sono a casa, mi obbliga propone di ritinteggiare le pareti ridotte peggio. Durante le vacanze natalizie la stanza da ritinteggiare era quella di 2010. Quale occasione migliore per fare qualcosa insieme io e 2010. La mamma insieme alle altre due sono andate dai nonni ed io e 2010 abbiamo ritinteggiato. 2010 entusiasta ed io armato di un bidone di colore ed uno di pazienza (avete presente Mr. Bean che pittura casa?). Non avevo calcolato che per coprire di bianco il colore rosa che aveva scelto cinque anni fa, c’erano bisogno di 3 mani, quindi per completare una piccola superficie vicino al letto non avevamo più pittura.

IDEONA

Non c’e problema propongo a 2010 di fare un murales. Cosa? Si ho proposto a 2010 di fare un murales. Hai autorizzato una bambina di 8 anni a disegnare sul muri di casa? Sei impazzito? Non ero impazzito, mi sembrava una buona idea. Ho subito messo i paletti. Ossia:
1. E’ un evento eccezionale
2. Non si può fare su altre pareti
3, Non puoi cancellare e rifare
4. Solo su questa parte sopra il letto
5. I colori li preparo io

MURALES

2010 presa dall’entusiasmo, ha prima fatto il disegno su carta e poi lo ha riprodotto sul muro. Ha lavorato un intero pomeriggio. Mai visto 2010 così concentrata. Quando lo ha finito non era soddisfatta, io ero a bocca aperta. Però gli artisti non sono mai soddisfatti pensano sempre a come migliorare. Gli ho ricordato che era il primo che faceva e che lo aveva fatto tutto da sola. Adesso, quando qualche sua amichetta viene a giocare da noi è sempre molto contenta a farlo vedere, con sempre la solita frase “si, però, devo ancora finirlo”. E’ proprio una artista ha già un’opera incompiuta…..

Lorenzo

Con il blog papainascolto.it, voglio far sentire meno soli, genitori come me, che hanno un sacco di domande e nessuna risposta, che vogliono far tutto giusto ed invece sbagliano, che stanno scoprendo quanto i nostri figli hanno da insegnarci.

9 Risposte

  1. Mamma avvocato ha detto:

    È splendido!!! Se ormai eri all’opera e quindi, all’occorrenza, eri pronto a ricoprire, perché no? Bravo tu e bravissima lei..è splendido!
    Quanto al coraggio di lasciarla fare, mi fai venire in mente quando mio marito aveva gli stessi dubbi con me e abbiamo imbiancato la nostra prima casa e io ho proposto di fare delle pareti gialle vivo spugnate…risultato non perfetto ma carino e io super soddisfatta. Lui era pronto con la pittura bianca per rimediare, invece si è ricreduto…
    Il mio livello artistico, infatti, è inferiore a quello di tua figlia di otto anni, ah ah!

    • Lorenzo ha detto:

      Grazie, giro i complimenti!
      …effettivamente un giallo vivo mi avrebbe un pò spaventato, ma vedo che il risultato è stato apprezzato, quindi ogni tanto è meglio rischiare … se poi si può sempre rimediare..:-)
      un saluto
      Lorenzo

  2. Foto! Foto! Foto!
    Io ho fatto colorare con i colori da mani dei mobiletti dell’Ikea e mia madre mi ha dato della pazza!!

  3. carmen ha detto:

    Ma quale pazzia! Lo trovo stupendo! Hai fatto proprio bene!

    • Lorenzo ha detto:

      Ciao Carmen,
      grazie per non avermi dato del pazzo, ma sai, far disegnare una bimba di 8 anni sul muro, è un pò come tuffarsi in una piscina senza sapere se l’acqua è abbastanza profonda. Per fortuna il risultato è stato molto positivo! Adesso ci sono le altre due che vogliono farlo. Per ora ho rimandato a quando ritinteggiamo camera loro.
      Un saluto
      Lorenzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Content is protected !!